valdarno
siena
san-gimignano
mugello
greve-in-chianti
firenze
chianti
arezzo

Nearby Places

Valdarno

Il Valdarno è un ampio catino naturale, solcato dal fiume Arno, chiuso da un lato massiccio del Pratomagno, orientato a Sud parallelamente alla Autostrada del Sole e delimitato dall’altro lato dai Monti del Chianti.

La vallata del Valdarno è divisa fra le Province di Arezzo e di Firenze.

La sezione aretina si allarga fino ad includere l’ondulato territorio solcato dall’Ambra, di Dantesca memoria.

Il Valdarno presenta molteplici paesaggi: alpestre e solitario sulle alte pendici del Pratomagno; accidentato da pittoreschi fenomeni di erosione argillosa ai piedi della stessa dorsale; tipico della collina toscana a sud, verso la Valdambra ed il Senese.

Firenze

Capoluogo dell’omonima provincia e della regione Toscana, della quale è la città più grande e popolosa, nonché principale fulcro storico, artistico ed economico-amministrativo.

Temporanea Capitale d’Italia dopo Torino e l’unificazione dell’Italia (1865-1871) e a lungo sotto il dominio della famiglia dei Medici, Firenze è stata nell’Europa medievale un importante centro culturale, commerciale e finanziario.

Il turismo ancora oggi fa da traino all’economia fiorentina, anche per l’incremento degli appuntamenti fieristici e congressuali (soprattutto nella vasta area della Fortezza da Basso).

Nell’immediata periferia è cresciuto l’industria legata all’Alta Moda, aiutata anche da un commercio fiorente nelle vie “in” del centro, che ospitano i più grandi stilisti.

Arezzo

È situata alla confluenza di tre delle quattro vallate che compongono la sua provincia.

Direttamente a Nord della città ha inizio il Casentino, raggiungibile anche direttamente sdal Valdarno passando il Passo della Consuma (1037 mt slm) che è la valle percorsa dal primo tratto dell’Arno; a Nord-Ovest si trova il Valdarno Superiore, sempre percorso dall’Arno nel tratto che scorre fra Arezzo e Firenze; a Sud si trova la Val di Chiana, una pianura ricavata dalla bonifica di preesistenti paludi, il cui più importante corso d’acqua è il canale maestro della Chiana; a Est alla quarta vallata, la Valtiberina, percorsa dal primo tratto del Tevere.

Il territorio del comune è molto ampio e vario: si passa dalla pianura che si apre sulla Val di Chiana e sull’Arno, alle colline, a Sud della città, a zone montuose, soprattutto ad Est.

Siena

È una città che coniuga modernità e tradizioni.

Il Palio la rende unica al mondo ed ancora oggi scandisce la vita della città con le contrade.

La struttura urbanistica medievale, per lo più intatta, ha permesso alla città di essere ancora a dimensione umana, nel centro storico non esiste traffico ed ogni meta è raggiungibile in pochi minuti a piedi nuove.

L’Università porta ogni anno a Siena migliaia di studenti da tutta Italia e dall’estero.

Siena è storica sede della più antica banca, il Monte dei Paschi, che data al 1472.

Oltre agli importanti musei d’arte medievale, Siena ospita il museo delle Papesse per l’arte moderna, la Città Aromatica con la musica pop e rock, il Siena Jazz e molte altre iniziative hanno fatto entrare Siena nel circuito degli avvenimenti internazionali.

Chianti

Si sviluppa nell’alta Toscana, principalmente nelle province di Siena e Firenze.

Storicamente, infatti, il territorio è stato sempre oggetto di contesa da queste due potenze medioevali.

I centri che vi sono nati, castelli e borghi fortificati, si sono sviluppati risentendo di questa realtà di confine.

I maggiori abitati sono Castellina, Gaiole e Radda in Chianti nel senese, piccoli paesi che oggi sono fiorenti realtà agricole e turistiche.

Queste terre sono la patria di uno dei vini più famosi del mondo.

Sin dal 1927 esiste un Consorzio Vino Chianti che oggi riunisce oltre 2.500 produttori con più di 13.000 ettari di vigneto per oltre 80.000.000 di litri di vino Chianti prodotto ogni anno.

La Denominazione di Origine Controllata (DOC) Chianti venne autorizzata nel 1967, la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) Chianti nel 1984.

Greve in Chianti

Fin dal Medioevo la storia di Greve è legata alla sua piazza principale che ha sempre ospitato il mercato.

Il borgo era una semplice dipendenza del Castello di Montefioralle ma grazie alla sua posizione, situata all’incrocio tra i collegamenti tra Valdarno, Val di Greve e la via tra Firenze e Siena, poté diventare il principale mercatale della zona.

La piazza dalla caratteristica forma di triangolo allungato è per gran parte circondata da portici ed al centro è posta la statua di Giovanni da Verrazzano.

Uno dei vertici della piazza è occupato dalla chiesa parrocchiale dedicata alla Santa Croce (XIX secolo).

Mugello

È l’area che si trova a pochi chilometri a nord di Firenze e che si sviluppa lungo il corso della Sieve.

A partire dal 1300 questa zona visse un rinnovato periodo di notevole sviluppo grazie al particolare valore strategico ed economico che la conca mugellana rivestiva per Firenze.

La famiglia dei Medici originaria di queste terre, ed i Lorenesi ne fecero dei fiori all’occhiello, investendo ingenti risorse finanziarie per consolidare la propria presenza attorno a Firenze.

Importanti architetture e fortificazioni, castelli, ville e palazzi sono rimasti a documentare queste epoche di sviluppo del Mugello.

San Gimignano

È un borgo medioevale di elevato interesse artistico, nato in epoca etrusca e sviluppato nel medioevo.

Iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è famosa in tutto il mondo per le sue torri, originariamente in numero maggiore, e per le innumerevoli opere architettoniche, una per tutte il Duomo romanico.

San Gimignano è famoso anche per la “Vernaccia”, vino bianco fra i più noti d’Italia, prodotto delle campagne del territorio comunale fin dal mille e duecento.

Altro prodotto storicamente importante è lo “Zafferano”, prezioso fin dal medioevo.

Questo sito web utilizza i Cookie. Navigando questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, cliccando su qualsiasi link della pagina o scorrendo la stessa i cookies si ritengono accettati. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close